Molte aziende che operano nel mercato B2B sono convinte che LinkedIn sia l’unico, o per lo meno il più adatto, social network per le proprie strategie di content marketing B2B. È una convinzione errata, LinkedIn è sicuramente riconosciuto a livello globale come il social network “professionale”, ma attenzione a non considerarla l’unica piattaforma valida per il marketing B2B.

Il motivo? I marketer B2B hanno ammesso di ritenere Facebook uno dei social media più efficaci per le strategie di marketing B2B come riportato da Social Media Examiner nel loro ultimo report.

Quindi la domanda è: Facebook o LinkedIn nel marketing B2B?

Come e perché usare Facebook oltre a LinkedIn

Le ragioni vanno ricercate nell’ampio pubblico globale. Facebook ha oltre 2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo mentre LinkedIn ne ha più di 500 milioni di cui 110 milioni attivi per mese. Dato ancor più interessante è la quantità di tempo speso sulla piattaforma da ogni singolo utente: per Facebook, si tratta di circa 35 minuti al giorno contro i 17 minuti al mese di LinkedIn.

Un’altra ragione per la quale si sceglie di utilizzare Facebook è l’efficacia tra attività e costi. Per una realtà aziendale, anche di piccole dimensioni, aprire pagine Facebook è gratuito ed i costi pubblicitari consentono di avviare campagne di comunicazione con investimenti decisamente accessibili.

Content Marketing: Facebook o LinkedIn

La vera sfida, però, risiede nella capacità di gestione delle piattaforme e, soprattutto, nella capacità di inserire questi strumenti in un più ampio programma di content marketing B2B dove il vero protagonista è il contenuto. Per generare lead B2B di qualità, è necessario creare contenuti pertinenti per il proprio target di utenza.

Linkedin è ben predisposto per la condivisione di contenuti di valore. Si calcola che un utente legge sino a 10 contenuti (articoli, video, recensioni, ecc.) prima di finalizzare la decisione di acquisto. Linkedin offre l’opportunità di farsi notare, di fornire i contenuti appropriati, di interagire ovvero aiuta a posizionarsi al meglio in questo processo di acquisto per il B2B.

Secondo un sondaggio del Content Marketing Institute, Linkedin è considerato nettamente più importante di Facebook in una strategia di contenuti.

Capacità di targeting di Facebook e LinkedIn

Quando abbiamo analizzato l’audience, il confronto è risultato schiacciante. Ma se oltre alla quantità di utenti si considera anche la qualità, allora le valutazioni possono anche essere diverse. La qualità degli utenti in realtà è l’aderenza alla tipologia di utenza che si cerca. Questo passa dai parametri di targeting che le due piattaforme mettono a disposizione.

Partiamo da una premessa: LinkedIn e Facebook vengono utilizzati dagli utenti per motivi diversi tra loro e di conseguenza.

LinkedIn è orientato al mondo del lavoro in quanto molto preciso e professionale. Di conseguenza è possibile targettizare il pubblico di LinkedIn in base a titoli di lavoro, datori di lavoro, industria, livello di anzianità, ecc.

D’altro canto, Facebook è un social per creare relazione interpersonali e perciò è possibile profilare il pubblico in base agli interessi personali.

Facebook e LinkedIn: strategie diverse per social diversi

Nell’ambito del social media marketing B2B è fondamentale capire che le strategie e le azioni devono essere diversificate e lo stesso contenuto non può essere pubblicato in modo indistinto su qualsiasi piattaforma.

Facebook, per esempio, si presta ad essere la piattaforma ideale per il customer support, per aumentare il traffico al sito web aziendale, e ancora per rafforzare le interazioni (e quindi l’ingaggio) con clienti, partner, prospect.

LinkedIn, di contro, è lo strumento più utilizzato dai marketer per lanci e promozioni di prodotti/servizi, rafforzare le relazioni di business, ampliare la rete di contatti utili, infine anche per “ampliare i propri orizzonti”: questo social network consente di entrare in contatto con esperti di diversi settori, altre aziende o altri professionisti rispetto al proprio, contatti che possono aiutano i professionisti ad avere una visione più ampia delle tendenze in atto e che potrebbero avere risvolti sul proprio business e sulla propria azienda.

In conclusione: meglio Facebook LinkedIn? Se non hai trovato la risposta forse è perchè hai capito che è meglio utilizzare LinkedIn e Facebook insieme, usandoli nel modo giusto per ogni fase.

Hai bisogno di creare campagne social?

Se vuoi creare campagne social con grafiche accattivanti e innovative puoi rivolgerti a noi.
Per altre informazioni consulta anche la nostra pagina dedicata.

Chiamaci al numero 0684387568 o Contattaci online per parlare con uno specialista dei nostri piani di web design, conoscere tutti i nostri servizi e ricevere un preventivo gratuito.